Avete mai pensato di poter essere genitore per un figlio che non avete generato?

Sostegno a genitorialità diversa: adozioni, fecondazioni...

In senato una legge per abbreviare i tempi per il divorzio.

"E' arrivata tua mamma e tuo..."
Quante volte ho dovuto completare questa frase con un'incerto "...suo marito". E quante volte ho pensato di inventare una parola che definisse la relazione tra me e il marito di mia mamma o tra me e la moglie di mio papà.
La verità è che le uniche parole esistenti, patrigno e matrigna, hanno un sapore così negativo da non prenderle neanche in considerazione.
E che dire delle "sorellastre"?
Alzi la mano chi non ha visualizzato immediatamente Anastasia e Genoveffa, le due bruttissime antagoniste di Cenerentola.

Le famiglie, di fatto o fondate sul matrimonio, spesso vanno in crisi, la legge regola i meccanismi della separazione con una serie di norme e procedure. Abbiamo visto la "separazione consensuale" quella in cui i coniugi sono concordi nel separarsi e riescono, in modo più o meno semplice, da soli o con un lungo lavoro di mediazione fatto da figure di sostegno, come gli avvocati e i mediatori familiari, a giungere ad un accordo di separazione. Qui vediamo invece la separazione giudiziale.

Cos'è la separazione giudiziale e come si fà

 

Oggi comincia a diventare normale avere a che vedere con le "famiglie allargate": due genitori con figli si separano, poi formano ciascuno una nuova relazione, arrivano altri figli e a volte i nuovi compagni hanno a loro volta figli da precedenti relazioni....... che confusione! Beh, Damiano è un papà, e vive appunto una "famiglia allargata", così ogni tanto ci farà entrare nel reticolo di fili che si intrecciano e si ingarbugliano anche nelle situaizoni apparentemente più semplici...

***

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.