Eccoci arrivati alla primavera, oggi salutata, quasi in tutta italia, da una tiepida giornata di sole.
Prendendo spunto dai primi germogli, cosa c'e' di meglio che pianificare una bella produzione di verdurine fresche di stagione a "metro zero", cioè direttamente sul balconcino di casa?!

Venerdì 18 febbraio 2011 (domani!) torna M’illumino di meno, la Giornata del Risparmio Energetico 2011, special edition per i 150 anni dall’unità d’Italia, una campagna escogitata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, che coinvolge centinaia di comuni e migliaia di persone.
Anche quest’anno Caterpillar invita comuni, associazioni, scuole, aziende e case di tutt’Italia ad aderire all’iniziativa creando quel “silenzio energetico” che ha coinvolto le piazze di tutt’Europa negli anni scorsi, per fare spazio, dove possibile, ad un’accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili.

Sapete dove buttare l'olio della padella dopo una frittura fatta  in casa?
Sebbene non si facciano molte fritture, quando le facciamo, siamo soliti buttare l'olio usato nel lavandino della cucina o in qualche scarico, vero?
Purtroppo questo è uno dei maggiori errori che possiamo commettere. Perché lo facciamo? Semplicemente perché non c'è nessuno che ci spieghi come farlo in forma adeguata.

 

La spesa di dicembre.... e ricettina finale

Prendiamo a prestito questo almanacco di consigli di Francesca Marotta su Lifegate su cosa mettere nel cestino della spesa mese per mese.

Ormai con l'avvento dei supermercati e dell'industrializzazione della catena alimentare non sappiamo più che verdure sono di stagione e quali sono i pesci che andrebbero pescati nei vari periodi (rispettandone la riproduzione, e così via). Così pensiamo proprio utile, prima di tutto per noi cittadine, le indicazioni specifiche mese per mese, della frutta, della verdura e dei pesci da includere nella spesa per essere più green, ovvero mangiare in modo più salutare per noi, i nostri bimbi e per il pianeta.

Così ecco cosa mettere nella borsa (di tela o meter bi) della spesa a Dicembre che, con le feste in arrivo, potrebbe darci una mano in tavola con il portafogli, la linea e a non sentirci letargici magiando di gusto e sano.

La spesa di novembre.

Prendiamo a prestito questo almanacco di consigli di Francesca Marotta su Lifegate su cosa mettere nel cestino della spesa mese per mese.

Ormai con l'avvento dei supermercati e dell'industrializzazione della catena alimentare non sappiamo più che verdure sono di stagione e quali sono i pesci che andrebbero pescati nei vari periodi (rispettandone la riproduzione, e così via). Così pensiamo proprio utile, prima di tutto per noi cittadine, le indicazioni specifiche mese per mese, della frutta, della verdura e dei pesci da includere nella spesa per essere più green, ovvero mangiare in modo più salutare per noi, i nostri bimbi e per il pianeta.

Così ecco cosa mettere nella borsa (di tela o meter bi) della spesa a Novembre che, malinconico e piovoso, va rallegrato con pietanze coloratissime e speziate, che portano luce e calore, e sollevano lo spirito.

La tradizione di Halloween non appartiene certo alla nostra cultura, ed è arrivata in Italia, con sempre maggior successo, solo negli ultimi 10 anni. Ma la tradizione nel paesi anglosassoni è molto lontana nel tempo e fonde leggende popolari, tradizioni e religione.

Ma voi sapete cosa vuol dire Halloween e qual è il significato dei simboli e delle atmosfere di Halloween?...noi lo raccontiamo a voi, voi raccontateci come l'avete raccontato ai bimbi!

 

l'acqua e la terraIn questo periodo Coop sta diffondendo una bella pubblicità che invita i consumatori a bere l'acqua del rubinetto. Evviva. Senso civico, buon senso ed etica cominciano a serpeggiare anche tra le aziende più grosse. E questo momento storico, in cui tra l'altro la politica spinge per la privatizzazione dell'acqua, ci sembra una buona idea spendere due parole e un video su questo tema: come genitori e come famiglie possiamo fare molto per influenzare positivamente i comportamenti di tutti.

Cominciamo con questo bellissimo contributo: la storia dell'acqua in bottiglia, tanto per renderci conto di quanto in nome del profitto ci facciamo prendere per il naso. Pensiamo di non credere a Babbo Natale e alle favole, ma è solo un'illusione...

Quando abbiamo pensato a dei video sulla realizzazione di giochi per i bimbi, data l'esperienza sul campo (!), ci siamo detti che per iniziare volevamo delle idee di giochi per bimbi piccolissimi: dai 6 ai 12/18 mesi. Perché sappiamo bene che in questa fascia d'età i bimbi cominciano a richiedere di esplorare, giocare e scoprire la quotidianità, ma è ancora molto difficile coinvolgerli in attività tipo ritaglia e incolla, o cucina, specie se siamo in una stagione in cui il clima non consente di sperimentare in giardino, dove i danni potenziali (farina, chicchi di riso e liquidi vari per terra, o rovesciati addosso, sulle sedie etc. o impiastramento libero con le tempere) sono meno funesti.

michelle obama, nicole kidmanL'attenzione per la salute della terra e per la qualità di ciò che mangiamo in questi ultimi anni si è diffuso sempre di più: sempre più persone ricercano prodotti biologici e si convertono alla conduzione di uno stile di vita salutare e in linea con la natura.

Il processo di cambiamento di sensibilità su questo, sembra interessare soprattutto coloro che diventano madri e che si preoccupano di fornire ai propri bambini i cibi più naturali e sani possibile, prestando attenzione alla loro provenienza, produzione e caratteristiche nutrizionali.

La Coldiretti festeggia l'arrivo nelle scuole del "menu' a chilometri zero". A mensa saranno serviti piatti equilibrati utilizzando varieta' stagionali e proposte regionali.

La novita' - precisa la Coldiretti - e' contenuta nelle linee guida per la ristorazione scolastica fissate dal ministero della Salute. Dunque dolci arance in Sicilia, mele nel Veneto o mandarini in Basilicata per fare qualche esempio.

Noi genitori non possiamo che esserne felici: meno inquinamento nei lunghi trasporti, maggiore qualità e minori costi, e una buona educazione alimentare ai bambini... non sarebbe male che anche i supermercati cominciassero ad avere un'offerta a km zero, con segnalazione dei prodotti di stagione. Ormai nessuno sa più qual è la stagione delle zucchine, dei finocchi o dei cetrilioli, tanto per citare alcuni comuni ortaggi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.