Fare il bagno con il gesso al braccio o alla gamba

In questo post trovate una rassegna di metodi fai da te e metodi brevettati e da acquistare on line per tenere il gesso perfettamente all'asciutto quando si fa il bagno in mare, in piscina, in vasca.

Chi non vuol sentire parlare di preservativi in un sito per genitori, non legga questo post, perché ne parlo... e vi avviso, l'ho usato per un bambino!

Rompersi un dito, un braccio, il polso, una gamba è sempre un'esperienza spiacevole, ma quando poi è anche stagione di bagni e piscine, come è successo a Samuel, 7 anni.... beh è davvero una tortura. Ma possibile che non ci siano soluzioni?

Fare il bagno tanendo il gesso all'asciutto!

A noi è capitato che Samuel si rompesse il pollice proprio 2 giorni prima di un fantastico weekend in un villaggio con un parco acquatico... ve lo immaginate? Piscine grandi e piccole, scivoli d'acqua lisci, a gradoni, lunghi, corti... non era umanamente possibile impedirgli di fare il bagno.

Così ci siamo ingegnati... 

I metodi fai da te per fare il bagno con il gesso:

Il preservativo!

...la mamma geniale, ha pensato a questa soluzione... ma ha dovuto faticare un po' a persuadere papà a sperimentarla: perché non usare un preservativo per proteggere il braccio ingessato? In effetti, a parte l'imbarazzo di tirar fuori un blister con la scritta "control" in mezzo alla piscina, il preservativo era quasi perfetto.

Samuel con gesso

Svantaggi: con il preservativo la mano deve rimanere chiusa a pugno, il che è un po' scomodo, la tenuta è perfetta, ma è risultato molto delicato, dopo il primo bagno si è lacerato.
In mancanza di altro è un metodo che consiglio come emergenza, magari scegliendo un modello extrastrong... se esiste. 

Il sacchetto di plastica

Questo è un classico, certo, con i sacchetti in mater bi è meglio non provare, vi serve un sacchetto di plastica vera, un nastro isolante con il quale stringere bene il sacchetto, l'ideale sarebbe avere un nastro da bendaggi per far aderire il sacchetto al braccio. Meglio se all'interno usate anche uno strato di pellicola trasparente.
Anche in questo caso il risultato è mediocre, il bagno di un bambino di 7 anni, per quanto giudizioso, è un bagno, e alla fine il sacchetto era pieno d'acqua... 

Questi metodi consentono di ripararsi da moderate quantità di acqua, ma l'obiettivo è sempre minimizzare il contatto con  l'acqua, non certo consentire di nuotare. Vi avverto, non sono metodi efficaci, alla fine della giornata Samuel aveva il gesso rotto in 2 punti...

 

I metodi seri (non come i miei!) brevettati e collaudati per fare il bagno con il gesso:

Ma mentre eravamo in questo villaggio, pieno di nord europei, abbiamo trovato un bambino olandese che aveva un fantasmagorico aggeggio fatto apposta per fare il bagno con il gesso. Lui si tuffava, nuotava, splashava, senza alcun problema o accortezza. Così abbiamo scoperto che le protezioni per i gessi in Olanda sono molto comuni. Li ho cercati per voi, e ho scoperto che possono essere ordinati via internet e, se avete in piano una vacanza acquatica direi che sono indispensabili. 

In tutti i casi si tratta di un involucro in gomma, con un'estremità molto stretta ed elastica. Si infila l'arto dentro, poi l'arto protetto va prima immerso lentamente nell'acqua in modo da ottenere la fuoriuscita dell'aria, quindi si può tranquillamente nuotare. Il costo è in genere intorno ai 20-25 eur, dipende dalle dimensioni.

Esisitono coperture per braccia e gambe e in dimensioni bambino e adulto.

Ecco quelle che ho trovato. Non sono riuscita a trovare quella utilizzata dal bambino olandese, che mi pare funzionasse diversamente, doveva avere un dispositivo che risucchiava fuori l'aria e faceva aderire l'ageggio alla pelle come sotto vuoto, e aveva una forma più divertente.

Qui vi segnalo il prodotto che protegge le braccia, ma ogni azienda ha anche la versione per le gambe.

Prodotti che potete ordinare su web per proteggere il gesso e fare il bagno anche con l'ingessatura.

DryPro Italia è un'azienda italiana che commercializza il prodotto, è tra i più cari, ma almeno il sito è in Italiano, l'azienda è a Roma e può essere contattati al telefono. I prodotti sono intorno ai 55 eur.

Braccia    Gambe

ecco come si indossano questo tipo di protezioni che mettono il gesso "sotto vuoto"

DryCast - si acquista dagli Stati Uniti a  $36 (c.a 20 eur) 

DryCastLogo 140

 

ProtectaCast- dall'inghilterra - costo 17-18 sterline 

Qui ci sono diverse testimonianze di clienti soddisfatti.

protectacast

 

Firstar - qui appare un po' complicato ottenere una quotazione per l'acquisto...

firstar

 

Limbo - ha una quotazione molto bassa: meno di 10 sterline. E' disponibile un video.

Limbo2 limbo4

 

AquaProtect - il prodotto è tedesco e viene importato da un'azienda italiana, ma non è chiaro come acquistare. Forse si può telefonare all'azienda italiana importatrice.

praemeta

 

Quasi tutti i produttori di queste protezioni hanno anche spesso dei prodotti molto interessanti per chi utilizza il gesso, come spray anti prurito, ad esempio. Inoltre quello per nuotare è ovviamente un prodotto adatto anche per fare la doccia.

Insomma, chi ci passa lo sa, uno di questi aggeggi ti può risolvere l'estate e la vacanza! peccato non averlo scoperto prima!

di Barbara SIliquini

Articoli correlati (da tag)

  • Vinci un corso di cucina sana a casa tua Vinci un corso di cucina sana a casa tua

    In questo post una ricetta per un sushi molto mediterraneo... e vegetariano! :-)

    La scorsa settimana ho avuto la fortuna di partecipare a diversi incontri sulla cucina, era la settimana del food revolution day, sarà stato questo nell'aria, ma qui in famiglia siamo stati coinvolti in un sacco di appuntamenti di cucina a tema vario.

  • Le zecche sui bambini, come proteggersi Le zecche sui bambini, come proteggersi

    No, non vogliamo allarmarvi. Ma l'eventualità di essere "morsi" da una zecca esiste, soprattutto in questa stagione e se fate scampagnate, gite, o se i bambini giocano in sentieri o prati.

  • Rimedi naturali per l'influenza nei bambini Rimedi naturali per l'influenza nei bambini

    L'apertura delle scuole a settembre segna anche l'apertura della stagione influenzale ma è proprio in questi mesi più freddi che i bambini si ammalano maggiormente. Abbiamo già parlato della funzione della febbre, vediamo invece come alleviare o risolvere gli altri classici sintomi influenzali che spesso ci troviamo ad affrontare con i nostri figli, in maniera naturale. Questi sono "rimedi della nonna", così come si consigliano tra mamme, quindi date loro il valore di una condivisione tra mamme (certamente non di un consulto medico!).

  • Omeopatia: Eupatorium e febbre Omeopatia: Eupatorium e febbre
    Il martedì dell'omeopatia in collaborazione con Farmacia Serra di Genova.

    l rimedio di oggi fa parte della famiglia delle Compositae ed e' chiamato anche Canapa acquatica dagli Anglosassoni Boneset cioe' che calma le ossa.

  • Omeopatia: Febbre e Aconitum napellus Omeopatia: Febbre e Aconitum napellus
    Il martedì dell'omeopatia, in collaborazione con Farmacia Serra di Genova.

    Il rimedio di oggi è Aconitum e fa parte della famiglia delle Ranuncolacee. Un rimedio di solito impiegato con la febbre.

Aggiungi commento


Commenti   

Andrea
+3 # Andrea 2013-03-18 15:55
IO HO CREATO UN SISTEMA PER PROTEGGERE IL GESSO , PROPRIO PENSANDOLA COME LA SIGNORA , SI CHIAMA IL DOCCINO E LO POTETE VEDERE SU YOUTUBE FRA UN PO SARÀ IN VENDITA E PERLOMENO É ITALIANO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs Genitori Channel
-1 # bs Genitori Channel 2013-03-20 09:07
Andrea, perche' non ci segnali il link che lo inseriamo in articolo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
DRYPRO ITALIA
-1 # DRYPRO ITALIA 2013-07-15 10:17
Buongiorno da DRYPRO ITALIA. Siamo un azienda italiana che commercializza su tutto il territorio dei prodotti specifici per la protezione del gesso, grazie ai quali si può fare liberamente il bagno e si protegge l'arto dal contatto con l'acqua grazie ad un sistema sottovuoto. Per maggiori informazioni visitate il nostro sito www.dryproitalia.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Martina
0 # Martina 2014-06-18 08:44
il link di aquaprotect non funziona.

Un mio amico ortopedico mi sconsiglia di usare queste protezioni per il braccio ingessato di mio figlio, al mare perchè dice che possono creare condensa dentro il gesso e quindi poi la pelle si macera...che ne pensate?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
0 # bs GenitoriChannel 2014-06-18 09:31
grazie per la segnalazione ora aggiorniamo il link.

Riguardo alla perplessita' dell'ortopedico sull'utilizzo non sono affatto d'accordo.
Chiaramente vanno valutate le circostanze, ma se siamo al mare d'estate, utilizziamo la copertura solo durante il bagno, poi la leviamo, molto difficilmente la condensa permarrà macerando la pelle.

Evitare la tortura di non fare il bagno quando fa molto caldo o se sei in un acquapark per un bambino secondo me e' davvero importante.

Tutte le cose vanno poi usate cum grano salis
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Martina
-1 # Martina 2014-06-18 09:35
lui mi diceva al massimo si puo' tenere qualche minuto (ma un bambino di 5 anni al mare praticamente è sempre in acqua..)poi come si fa a sapere se veramente l'acqua non gli entra sotto alla protezione? poi se entra che si fa? come gliela asciughi? gli ortopedici mi hanno detto che quando levano i gessi loro sotto trovano di tutto :-/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
SERENA
-1 # SERENA 2014-07-03 11:49
TU SEI UN MITO!!!!!!! HAI SALVATO LA VACANZA DI MIA FIGLIA!!
GRAZIEEEEEEEEEE E !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
-1 # bs GenitoriChannel 2014-07-03 14:53
Serena, non sai quanto mi fai felice!
Ci tenevo molto a che questa mia scoperta fosse d'aiuto a qualche bambino!!!
Grazie per averci fatto sapere che l'articolo ti è utile. Facci sapere poi come e' andata nella pratica.
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Andrea
+1 # Andrea 2015-04-10 13:45
Quando è successo a me ho provato con le normali buste di plastica e il nastro per bendaggi. Lavandomi comunque con il braccio fuori dalla vasca e con l'aiuto di mia madre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Andrea
-1 # Andrea 2015-05-10 00:07
www.youtube.com/.../
questo e' il link per poter vedere il mio prodotto , creato da me, tutto Italiano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
-1 # bs GenitoriChannel 2015-05-15 11:02
Interessante Andrea,
si può usare per fareil bagno in piscina?
Dove è acquistabile?
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
anita
+2 # anita 2016-07-20 06:54
Ciao! Purtroppo mia figlia si è fratturata il polso ed è stata ingessata fino all'ascella. Tra un paio di giorni partiamo per le vacanze. Abbiamo trovato solo una farmacia che ha aqua protect, in tutta la Campania! Sto andando ad acquistarlo. Funziona? Potra davvero fare qualche scivolo? Se si mi avete salvata! Grazie per i suggerimenti. Io al preservativo non ci sarei mai arrivata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Elisa
+1 # Elisa 2016-07-20 08:08
Ciao Anita, quando è capitato a mio figlio ho provato la protezione impermeabile DryPro. E' vero che costa intorno ai 55 euro, ma è riutilizzabile per tutto il tempo dell'ingessatur a ed è l'unico dispositivo medico (quindi detraibile) garantito e che impedisce all'acqua di entrare. E' un vero salva estate!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
+1 # bs GenitoriChannel 2016-07-20 08:37
Anita,
non abbiamo avuto occasione di testare questi prodotti. Ritengo che siano tutti validi allo scopo. Io li ho visti utilizzare da bambini stranieri in una piscina, è da lì che ho deciso di scrivere il post. Non ho trovato quello utilizzato dal ragazzino straniero che era "sotto vuoto" (come il drypro) ed era efficacissimo. Questo ragazzino faceva tuffi, scivoli, era sempre in acqua.
Ho visto che su amazon se scrivi "protezione ingessatura" trovi il modello "limbo" che è piuttosto economico. Il dryPro è molto più costoso su amazon che non nel link che segnalo sul post. Una lettrice ti scrive che loro hanno usato il DryPro con efficacia.
Lieta ti esserti stata utile!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Nunzia
+1 # Nunzia 2016-08-13 05:11
Ciao!! E qual è la farmacia?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannelr
+1 # bs GenitoriChannelr 2016-08-13 14:33
Noi li abbiamo trovati solo on line
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Guest
+1 # Guest 2016-08-13 18:33
Ciao! Io ho comprato la guaina acquaprotect da CERCHIAI UBALDO S.N.C.
Articoli Sanitari Elettromedicali
Via Toledo 69/70 - 80134 Napoli (NA) tel: 081 5513933; hanno qualche rimanenza dell'anno scorso, purtroppo sono articoli che non hanno tanto mercato e quindi da napoli ad avellino non trovi quasi niente. Compra il bloccs da amazon. Noi ci siamo trovati benissimo e arriva in poco tempo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Anita
-1 # Anita 2016-08-11 18:28
Salve! Grazie mille per gli utili consigli! A parte acquaprotect abbiamo compra anche da amazon un salvagesso bloccs. Mia figlia ha nuotato per tutti i 15 giorni senza bagnarsi minimamente il gesso. Tra i due, il migliore è bloccs costa 21 euro e ci ha salvato la vacanza. Unico problema è che dopo un utilizzo prolungato la parte che funge da chiusura si è un po allargata. Abbiamo stretto un laccetto appena sotto la chiusura ed è andato tutto a posto! Grazie grazie grazie grazie! !!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
+2 # bs GenitoriChannel 2016-08-12 04:34
Grazie a te Anita per averci scritto!
Auguri di buona giarigione a tua figlia.
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

adsense_correlati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.