Una mini sit com sul sonno dei bambini. In questa puntata la mamma si alza mille volte a notte per paura di viziare il bebè portandolo nel lettone...

Guarda anche le altre puntate:
1. Il bimbo nella sua stanza e i mille risvegli della mamma http://www.youtube.com/watch?v=K0OQ6NckmYU
2. Il bimbo nella sua stanza e... il supporto di papà http://www.youtube.com/watch?v=8dqbqnM6_7s
3. Il papà maratoneta
http://www.youtube.com/watch?v=eOqlnMFBBL0
4. Il bebè nel lettone...ma sarà giusto? http://www.youtube.com/watch?v=7lXwEOjSd7g

Una produzione www.synapsespa.it/clienti/barbara/

Claudia Barbieri Mamma
Arturo Di Tullio Papà
Michele Michelazzo Testi e regia
Patrizia Coggiola produttore esecutivo e direttore fotografia
Nicola Barresi riprese e montaggio
Barbara Siliquini Assistenze di produzione
Giuseppe Malacarne Sigle
Sergio Motolese Musiche
Sonia Pozzi Consulenza grafica
Barbara Motolese Direzione tecnica
Freddy Costumi mamma

 

Ci risiamo. Ogni tanto un nuovo studio “benedice” le teorie drastiche sulle nanna di Eduardo Estivill, l'autore del Best Seller "fate la nanna", il libro che sostiene che pianti disperati e vomito dei bambini siano un metodo escogitato dai "piccoli demoni" per intenerirci e cedere alle loro reticenze a dormire da soli, dunque vadano ignorati per non farci mettere nel sacco.

Questa volta è dall’Australia che un gruppo di studiosi ci rassicura sul fatto che i neonati sotto i sei mesi di vita possano essere lasciati da soli a piangere fino ad addormentarsi senza che ciò provochi danni psicologici nel bambino.
Gli specialisti della Melbourne University sostengono addirittura che questa strategia aiuti la mamma a superare la depressione post-partum.

Il SONNO è IL tema di quando si diventa genitori, più che il sonno, la sua mancanza dovremmo dire.

Ma siamo sicuri che il nostro bambino abbia un problema di sonno? Perchè noi, generazione poco esposta ai bambini, abbiamo l'idea che un bambino buono sia quello che mangia e dorme tutta la notte, ma i bambini “normali” in realtà hanno cicli di sonno diversi dagli adulti, che prevedono molti più risvegli dei nostri, quindi prendere conscienza che un sonno frammentato sia normale, può aiutarci a vivere più rilassati anche il nostro sonno non più filato.

Per il nostro focus sul sonno dei bambini abbiamo chiesto a Sara Letardi di farci un po' di chiarezza e di fornirci alcuni binari per partire nel viaggio che ci porterà alla soluzione del problema sonno. Non è un viaggio organizzato, è un percorso personale che passa dall'osservazione, dall'analisi e anche dall'intuito. E' un percorso che ciascuno famiglia potrà costruire in base alle sue esiegnze specifiche e senza aspettarsi la "bacchetta magica" ma è uno di quei viaggi in cui non è importante solo la meta, bensì il viaggio stesso.

***

Nel mese dedicato al sonno, vogliamo proporvi un simpatico video test: 4 situazioni abbastanza tipiche e normali di sonno in una casa con un neonato, ovviamente rese frizzanti e simpatiche dai dialoghi, qual è quella che più si avvicina a quel che succede o succedeva in casa tua? Raccontacelo...

 

Pagina 2 di 2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.