Ridurre il dolore nei neonati con allattamento e contatto

Quando aspettavo Giada Lien, contrassi la toxoplasmosi. Dopo essere stata alla larga da questo parassita per quasi 40 anni da onnivora, nella 3a gravidanza, periodo in cui ero sicuramente più attenta, mi sono beccata la toxo e l'ho passata alla piccina in pancia.

Come l'ho vissuta, come l'ho presa e cosa ho fatto è un'altra storia. Ma quando Giada Lien nacque (in casa e senza assistenza... per me il modo più sicuro!), iniziò il calvario degli accertamenti e delle profilassi...

Giada Lien nacque sana e bellissima, ma ospitava anche lei il parassita, e questo la metteva (e la mette tutt'ora e per tutta la vita) a rischio, che il parassita possa svegliarsi e cominciare a mangiare il sistema nervoso della vista, dell'udito, del cervello, etc. In realtà il suo sistema immunitario, se sarà sempre forte ed efficiente, potrà tenere a bada l'ospite per sempre... ma nei primi mesi di vita, per controllare che questo protozoo non fosse pronto a far danni, ci siamo sottoposti a  numerose torture... tra queste c'era un prelievo mensile di sangue... immaginate voi: un prelievo fatto ad una bimba di 4 giorni di vita, di 1 mese di vita, di 2 mesi di vita... per me mamma era davvero una tortura incredibile. E, come sempre, mi sono trovata a interagire con personale ospedaliero, spesso impaurito quanto me di prelevare il sangue da una vena sottile come un capello e spesso non empatico e supponente come sanno essere a volte le persone. 

Così davvero di rado ho avuto la possibilità di fare come desideravo: tenere a piccina in braccio, attaccata al seno, mentre le prelevavano il sangue con la siringa... questo perchè quando ce l'hai in braccio per loro è piu' scomodo, non so... sta di fatto che ancora oggi mi si stringe lo stomaco al pensiero di quei giorni.

I neonati sentono dolore, gli studi dicono: il seno è un analgesico

I neonati sentono dolore, sembra così scontato dirlo, ma fino a qualche decina di anni fa questa cosa veniva confutata, tanto che addirittura si operavano i neonati senza anestesia...

Oggi il prof. Pierpaolo Brovedani, pediatra e neonatologo presso l'U.O. di Trieste ci dice che il neonato ha addirittura una percezione del dolore superiore alla nostra. Inoltre, come è ormai stranoto e confermato da molte ricerche scientifiche (una appunto proprio dell'ospedale di Trieste), la suzione al seno rappresenta un vero e proprio analgesico al dolore, tanto da essere considerato non più etico fare qualunque manora di prelievo se non si offre il seno al bambino...

 {hwdvs-player}id=380|height=250|width=450|tpl=playeronly{/hwdvs-player}

Come al solito uno dei tanti saperi ignorati spesso dal personale sanitario, posso dire per la mia personale esperienza...

Del potere analgesico del contatto materno ne aveva parlato anche il Phd americano in pediatric nursing il prf. Susan Ludington durante il convegno interatlantico sulla salute primale di Las Palmas, La Ludington racconta di studi scientifici che comprovano il fatto che le stimolazioni dolorose nel neonato tenuto a contatto di pelle con la madre, producono reazioni fisiologiche molto ridotte, e gli stimoli dolorosi non vengono interpretati come tali dal cervello, producendo un imprinting al dolore diverso, che ha effetti per tutta la vita.

{hwdvs-player}id=381|height=250|width=450|tpl=playeronly{/hwdvs-player}

Ci sono cose che noi mamme sappiamo, per esperienza o per intuizione, una di queste è il potere analgesico che hanno il seno e l'abbraccio della mamma. Oggi ci sono anche gli studi che confermano la corretteza di questo sapere, e questo deve aiutare a rafforzarci nella nostra convinzione di essere, spesso, più brave dei medici a capire come approcciare una situazione. Questa consapevolezza potrebbe essere di aiuto a noi e a loro, aprendo modalità nuove di cura dei bambini.

Io conservo ancora con dolore il ricordo di Giada Lien a pochi giorni di vita, urlante e spaventata mentre veniva maneggiata dai medici e portata lontano da me, e mi strazia il non aver avuto la forza di dire "No, ci prendiamo più tempo, ma cerchiamo di fare questa cosa mentre lei è addosso a me, attaccata al seno..."

di Barbara Siliquini

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.