Io allatto alla luce del sole 4 - le vostre testimonianze

The best of #Ioallatto alla luce del sole 4.

Ecco le vostre testimonianze per Io allatto alla luce del sole 4, testimonianze di allattamento vissuto, con gioia, con fatica, con il supporto, con le critiche, con emozione, con ironia, con tante domande, con coraggio, con ansia...

"Una campagna a sostegno dell'allattamento materno mi fa lo stesso effetto di un cartello in un campo con su scritto "Non gettare rifiuti".
Non servirebbe se ci fosse più rispetto, una sensibilità "buona", per le cose giuste, belle, per la natura" si legge ne La stanza di Olivia.
E' vero, verissimo, la nostra rassegna nasce dal disagio condiviso di tante donne che hanno allattato felicemente o con fatica, ma anche da chi non è riuscita ad allattare o non ha voluto allattare, nasce dal desiderio che le donne possano davvero essere libere di scegliere in materia di allattamento come, quanto, quando e dove allattare. Sul perchè, credo che ogni mamma abbia trovato il suo, eccone alcuni.

Il lato comico - ridere fa bene alla salute

"Intanto le mammelle sono due e il pene è uno: se una si rompe c’è l’altra, mentre per il pene… evidentemente il creatore l’ha reputato meno importante.
Poi la mammella è bella, lo dice la rima stessa, mentre il pene… beh, son gusti…
“Mammella” è un vezzeggiativo di mamma, mentre “pene” è il plurale di pena.
Inoltre tu prova a fare l’autostop con una mammella di fuori o con il pene di fuori, poi mi dici.
E hai mai sentito dire “quello è un testa di mammella”? O “quello là è un cretino, è proprio un capezzolo”? Io mai.
Ma ora basta, devo andare ad allattare il bimbo! "
Leggi tutto...

Mum in progress - una mamma in continuo divenire

"Eppure, noto che mi sto limitando molto, nel senso che evito di uscire se so che Emma deve poppare a breve e mi pesa andare da alcuni parenti che so che non "apprezzano" questo gesto tanto bello quanto naturale e questo non va bene. Ma davvero non ce la faccio a farmi venire il sangue amaro e non ho voglia di litigare con qualcuno per questo motivo. "
Leggi tutto...

 

Mamma...e ora che faccio?

"Subito dopo il parto, quando l'istinto di suzione è più accentuato nel neonato e quindi avrei potuto/dovuto cercare di assecondarlo col mio seno, il piccolo mi è stato portato via, come accade in molti ospedali. Mi è stato riportato solo alcune ore dopo. In tutti quei giorni in ospedale, non prevedendo il "rooming in", il bambino non era con me in stanza, potevo vederlo solo ad orari prestabiliti, quindi non ho potuto allattare "a richiesta", cosa che (credo) avrebbe facilitato non poco le cose.
In ogni modo, mentre le altre mamme che avevano partorito a poche ore di distanza da me allattavano felici nei letti di ospedale accanto al mio, io dovevo calmare quell'angelo che strillava e, tutto rosso, mi allontanava con le sue manine. Mi sentivo rifiutata. Nonostante la gente provasse a consolarmi ricordandomi che "è normale", "può succedere" senza però darmi altre indicazioni, io cercavo aiuto tra le infermiere e ostetriche "sterili" che, alla faccia della mia ansia da prestazione da primipara DOC, mi hanno infarcito di stupidaggini e mi hanno spaventato dicendomi di tutto"
Leggi tutto...

 

Idea mamma

"Ecco perché partecipo a questa rassegna, per lasciare la mia testimonianza e per dire alle future mamme che non c’è esperienza migliore nella vita, dopo quella di aver partorito naturalmente,: vivetela il più naturale possibile perché la natura farà il suo corso e i bambini si sentiranno a loro agio e in maniera naturale si creerà un legame unico e indimenticabile tanto da… piangere quando finirà!"
Leggi tutto...

 

Mamma Eco - o almeno ci si prova!!!

"Personalmente non mi sono mai sentita imbarazzata perché ritengo che allattare il proprio bimbo sia il gesto più naturale e bello del mondo, ma fin troppo spesso è successo di trovarmi in difficoltà perché non riuscivo a trovare un angolo abbastanza protetto per poterlo fare. "
Leggi tutto...

 

Bebè mio - esplorare il mondo dei bebè e vivere serenamente la gravidanza

"Grazie al sostegno di una suocera che ha  allattato, all’esperienza di un’amica che invece ha interrotto precocemente l’allattamento e non ultimo ad un marito veramente partecipe e a molta caparbietà sono riuscita ad avviare felicemente l’allattamento per entrambi i miei figli"
Leggi tutto...

 

Genitori naturalmente - le risposte più naturali ai bisogni del bambino

"Allattare è un gesto naturale ... ok qualcuno potrebbe obbiettare che "anche il sesso e ciò che si fa in bagno sono del tutto naturali, ma non per questo si possono fare anche in pubblico", ma non è proprio la stessa cosa... quanti, adolescenti e adulti, si baciano in pubblico ... si potrebbe fare ovunque, non è una necessità impellente, ma è comunque un gesto intimo, così come lo è allattare un bambino, con la differenza che allattare in pubblico spesso è una necessità e che uno dei vantaggi dell'allattamento materno è proprio avere la materia prima sempre a portata di mano."
Leggi tutto...

 

Latte materno - allattamento e pedagogia

"Per allattare non servono necessariamente luoghi appositi, sedie speciali, cuscini anatomici, serve piuttosto una comunità accogliente, aperta, consapevole. Consapevole del gesto tanto semplice quanto importante quale è l’allattamento. Una comunità che sostiene, appoggi e aiuti la mamma in questo suo gesto. Sorridendole mentre la vede allattare sulle scale di una Chiesa, cedendole il posto in una metropolitana affollata così che possa allattare il suo bambino accaldato, stringendosi un poco nei sedili ravvicinati di un aereo, e guardandola ammirata mentre allatta in un angolo di uno dei musei più grandi del mondo, proprio come si osserva un famoso dipinto della “maternità”, facendola sentire importante, bella, vera"
Leggi tutto...

 

La stanza di Olivia

E non c'è spazio per una mamma e il suo bambino, perché c'è sempre qualcuno che si vuole mettere in mezzo e dire come fare. Perché i bambini sono sempre troppo piccoli o troppo grandi, sono sempre troppo bambini. E non hanno diritto a un bel niente.
Leggi tutto...

 

Una famiglia

Ero sconfortata, mi ero alzata fin dalla sera del cesareo apposta per uscire prima ed ora mi trovavo nella brutta situazione di dover scegliere se fargli dare l’aggiunta e rendere ancora più difficoltoso il nostro avvio di allattamento o impuntarmi e magari doverlo lasciare in ospedale l’indomani mattina.
Leggi tutto...

 

E non perdetevi il nostro album di dolcissime foto su Facebook e Pinterest!

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.