Mercoledì, 14 Marzo 2018 12:33

Come preparare il biberon senza rischi per il bebé

By

Pochi sanno che il latte in polvere formulato per i neonati, se non preparato correttamente può essere molto pericoloso per la salute dei bambini.

Infatti il latte in polvere per bambino, quello che viene dato in sostituzione del latte materno, non è sterile e può contenere batteri pericolosi, che portano gravi malattie nei bambini

Tuttavia se ci si attiene in modo scrupoloso alle norme per la preparazione del biberon, il rischio è scongiurato.

Questa informazione, così come le corrette indicazioni su come preparare il biberon di latte in polvere, non vengono generalmente fornite ai genitori insieme alla prescrizione del latte artificiale, tanto che la percentuale di genitori che dispone delle corrette informazioni si attesta solo intorno al 10%!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha realizzato un documento destinato ai genitori con le indicazioni da seguire per aiutarvi a preparare i biberon di latte in polvere formulato nel modo più sicuro possibile.

OMS come preparare il biberon senza rischi

Breast is Best

L’opuscolo si apre ricordando che l’allattamento esclusivo al seno fino almeno a 6 mesi è l'alimento migliore per la salute del bambino.
Se sei qui è evidente che qualcosa non è andato come avresti voluto, ricoarda che contattare una consulente professionale di allattamento potrebbe aiutarti a riprendere l’allattamento se magari sei alle prese con l’allattamento misto.

Preparare un biberon in modo sicuro

Per preparare il biberon in modo sicuro per la salute del bebé, bisogna sapere come:

  1. Lavare sterilizzare e conservare tutti gli elementi del biberon
  2. Preparare correttamente il biberon di latte artificiale
  3. Conservare eventuale latte in formula avanzato (prestate molta attenzione)
  4. Quando gettarlo via perché non più utilizzabile
  5. Come riscaldarlo se avete dovuto refrigerarlo
  6. Come portare il biberon in viaggio

Igienizzare tutti gli elementi del biberon

È molto importante che tutte le attrezzature utilizzate per preparare il biberon per il neonato (per esempio, biberon, tettarelle, tappi e coperchi del bibe) siano state accuratamente
pulite e sterilizzate prima dell'uso.
La pulizia e sterilizzazione dell'attrezzatura rimuove i batteri nocivi che potrebbero proliferare e far ammalare i bambini.

Ecco come procedere in 3 passi:

  1. Lavare correttamente
  2. Sterilizzare
  3. Conservare

1. Lavare correttamente il biberon

1 lava biberon  1. Lava le mani con sapone e acqua e asciugale con un panno pulito. 
 2 lava biberon  2. Lava tutta l'attrezzatura accuratamente in acqua calda e sapone.
Pulisci bene e utilizza uno scovolino per strofinare l'interno e l'esterno di bottiglia e tettarella per assicurarti di rimuovere qualsiasi residuo anche dai posti difficili da raggiungere.
 3 lava biberon  3. Sciacqua bene con acqua potabile pulita.

 2. Sterilizzare correttamente il biberon

 

4 sterilizza biberon  1. Riempi di acqua una pentola grande 
 5 sterilizza biberon 2. Posiziona tutte le parti pulite del biberon nell'acqua (bibe, tettarella, coperchi).
Assicurati che l'attrezzatura sia completamente coperta d'acquae che non vi siano bolle d'aria intrappolate.
 6 sterilizza biberon  3. Copri la pentola e portare a bollore forte. Fare attenzione di non far evaporare tutta l'acqua.
 7 sterilizza biberon  4. Togli dal fuoco e lasciare la pentola con il coperchio finché non sarà ora di utilizzare il biberon

 3. Conservare correttamente il biberon sterilizzato

La cosa migliore è lasciare il biberon nella pentola coperta (o nello sterilizzatore), finché non dovete utilizzarlo.
Prima di maneggiare apparecchiature sterilizzate, lavare e asciugare le mani. L’ideale sarebbe utilizzare una pinza sterilizzata per la manipolare i vari pezzi sterilizzati del biberon.
Se è indispensabile rimuovere gli oggetti dallo sterilizzatore prima di averne bisogno, conserva il biberon completamente assemblato e con la tettarella coperta dal suo tappo in un luogo pulito, in modo da evitare contaminazioni.

 Preparare il latte formulato in polvere

 

8 prepara biberon   1. Pulisci e disinfetta la superficie su cui prepari il biberon di latte in formula
 9 prepara biberon  2. Lava le mani con acqua e sapone e asciugale con un panno usa e getta di carta.
 10 prepara biberon  3. Porta dell'acqua potabile ad ebollizione con un bollitore elettrico e lasciala bollire finché il bollitore non si spegne. Se utilizzi una pentola, assicurati che l'acqua arrivi a forte bollore. 
 11 prepara biberon  4. Attieniti rigidamente alle indicazioni riportate sulla confezione rispetto a quanta acqua e quanta polvere miscelare. Aggiungere più o meno polvere di quanto indicato potrebbe far stare male il tuo bebé.
 12 prepara biberon  5. Facendo attenzione a non scottarsi, versa l'acqua nel biberon. L'acqua dovrebbe essere ad una temperatura non inferiore ai 75°C, non attendere più di mezz'ora da quando l'hai portata a forte bollore.
 13 prepara biberon  6. Aggiungi l'esatta quantità indicata di latte in polvere.
 14 prepara biberon  7. Miscela bene il preparato agitando con gentilezza il biberon.
 15 prepara biberon  8. Metti subito il biberon sotto l'acqua corrente fredda, oppure posizionalo in un contenitore di acqua fredda o ghiacciata per portarlo alla temperatura adatta al bebè. 
Al fine di non contaminare il latte preparato, assicurati che il livello dell'acqua di raffreddamento rimanga sotto il coperchio della bottiglia.
 16 prepara biberon  9. Asciuga il biberon con un panno pulito o uno scottex usa e getta.
 17 prepara biberon  10. Controlla la temperatura del latte in formula preparato. Lascia cadere qualche goccia sull'interno del polso. Deve risultare tiepido. Se è ancora troppo caldo, raffreddatelo ancora.
19 prepara biberon  11. Getta via qualsiasi residuo di latte se non è stato consumato entro 2 ore dalla preparazione.
 not microwave  Non utilizzare mai il forno a microonde per preparare o riscaldare cibo o bevande destinate al bebé. 
Il microonde riscalda in modo non uniforme e può causare "punti caldi" che potrebbero scottare la bocca del bambino.

 Come conservare il latte in formula avanzato

La cosa più sicura da fare è preparare il latte artificiale al momento ogni volta che è necessario e farlo consumare subito dal bebé. Questo perché i latti formulati in polvere, una volta disciolti in acqua forniscono le condizioni ideali per il proliferare di batteri, specialmente se tenuti a temperatura ambiente.

Se hai bisogno di preparare il biberon in anticipo per usarlo in un secondo momento, utilizza almeno queste accortezze:

  • prepara eventuali porzioni in biberon separati
  • raffredda rapidamente i biberon pronti
  • mettili in frigorifero (non oltre i 5 ° C).

Quando gettare via il latte artificiale preparato

E' bene gettare via il latte artificiale preparato se non utilizzato:

  • entro 24 ore, se è stato tenuto in frigorifero
  • entro 2 ore, se tenuto a temperatura ambiente
  • se è già stato riscaldato 1 volta e non è stato consumato entro 2 ore

Come riscaldare il latte artificiale conservato in frigo

  1. Togliere il bibero dal frigo solo al momento di utilizzarlo
  2. Scaldarlo nuovamente per non più di 15 minuti. Per scaldarlo posizionare il biberon dentro un contenitore con acqua calda. Assicurarsi che l'acqua rimanga sotto il livello di chiusura della tettarella.
  3. Controllare la temperatura del latte versandone qualche goccia sull'interno del polso. Dovrà essere tiepido.
  4. Gettare via il latte riscaldato non utilizzato entro 2 ore.

Come portare il biberon di latte artificiale pronto in viaggio

E' possibile portare il biberon fuori casa per consumarlo in viaggio, purché ci assicuriamo che sia raffreddato subito e sia tenuto refrigerato durante il trasporto. Questo rallenterà o fermerà la crescita di batteri nocivi.

Se il viaggio dura meno di due ore

  • Preparare i biberon di latte artificiale secondo le norme spiegate sopra
  • Raffreddare velocemente il biberon e riporlo in frigorifero (temperatura massima 5ºC)
  • Immediatamente prima di uscire di casa, togliere il biberon dal frigorifero e metterlo in una borsa termica con del ghiaccio.
  • Se giungete a destinazione entro un paio d'ore potete rimettere il biberon in un frigorifero o riscaldare il biberon per darlo al bebé entro le 2 ore dopo averlo riscaldato.

Se il viaggio dura più di due ore

Se il viaggio dura più di due ore, potresti non essere in grado di mantenere il biberon al freddo.

In questo caso è opportuno portare l'occorrente per preparare il biberon al bisogno:

  • porta con singole porzioni di latte in polvere già posizionato dentro dei biberon puliti e sterilizzati, senza acqua aggiunta
  • al bisogno aggiungi acqua bollita che è stata raffreddata a non meno di 70ºC.

Come preparare il latte in formula se non ho accesso ad acqua bollente

Il modo più sicuro per preparare il latte formulato è di aggiungere al latte in polvere acqua che è stata fatta bollire e raffreddare a non meno di 70ºC. Se ciò non è possibile:

  • la cosa più sicura è utilizzare il latte formulato liquido già prono in mono porzioni
  • in alternativa, è possibile preparare il biberon con acqua batteriologicamente sicura, lasciandola a temperatura ambiente e facendo consumare il latte al bebé immediatamente 
  • i biberon di latte preparati con acqua a temperatura più bassa di 70 ° C non devono essere conservati per uso successivo

di Barbara Siliquini

 

 

crediti immagine bebé con biberon: di wavebreakmediasu Shutterstock

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Articoli correlati (da tag)

  • Allattare fuori casa con il biberon Allattare fuori casa con il biberon

    E' belissima e toccante questa testimonianza di Marika (aprovadimamma) sulle difficoltà di un allattamento alla luce del sole... con biberon, fa riflettere...

    ***
    La mia borsa per il cambio non era una borsa, era un transatlantico. Da una parte tutina, body, calzini, un numero imprecisato di bavaglini. E poi pannolini, salviette, garze sterili, soluzione fisiologica. Dall’altra parte un set pappa degno di una ditta di trasporti: innanzitutto lo scaldabiberon, grande, pesante, ingombrante, e dotato di un riduttore per l’accendisigari, che non si sa mai dove scatta la fame.
  • Latte d'asina per i neonati e i bambini Latte d'asina per i neonati e i bambini

    Lo sapevate che il latte d'asina rappresenta una validissima alternativa al latte di mucca e, spesso anche al latte artificiale per i bambini? Non ci stancheremo mai di dire che il latte materno è l'elemento ideale e senza pari per la nutrizione di neonati e bambini, tuttavia in questo articolo vogliamo far conoscere il latte d'asina, che, per tutti coloro che si rivolgono a latti formulati, di mucca e di proseguimento, può costituire un'alternativa da provare, soprattutto per i bambini che risultano allergici o intolleranti.

  • Una mamma tigre, ma nel senso più dolce Una mamma tigre, ma nel senso più dolce

    Questo articolo va diritto tra quelli delle mamme super eroi. Moizza racconta di un'esperienza che, dice, "è stata la più difficile della mia vita… fisicamente è stato più duro il periodo in cui ho dovuto fare chemioterapia, ma moralmente no, non lo è stato." Questa è la bellissima storia di Moizza e di suo figlio Davide, che dopo il parto finisce in patologia neonatale e lì, tra incompetenze e vessazioni viene tenuto lontano dalla mamma e alimentato con latte formulato. Moizza non si arrende mai, anche quando deve mandare via il suo latte con dei farmaci... ma la tenacia, l'amore di mamma e una grande forza d'animo fanno sì che dopo un'interruzione completa di allattamento, a 4 mesi, Davide ricominci a ciucciare il seno di mamma...

  • Il codice dell'allattamento e le risposte di Nestlé - Video Il codice dell'allattamento e le risposte di Nestlé - Video

    Il Codice Internazionale per la Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno venne approvato nel 1981 e sottoscritto da tutti i paesi, tranne gli USA che lo ratificarono nel 1995. Fu elaborato dall’OMS e dall’UNICEF, con lo scopo di tutelare l’allattamento al seno mediante:

    • l’impegno da parte dei Governi di provvedere alla diffusione di informazioni corrette circa l’allattamento.
    • l’adozione da parte di produttori e distributori di appropriate tecniche di marketing per i sostituti del latte materno e altri alimenti infantili, i biberon e le tettarelle.
  • Nestlé: le violazioni al codice di allattamento - video Nestlé: le violazioni al codice di allattamento - video

    Tempo fa abbiamo rilanciato su Genitori Channel uno di una serie di video molto ben fatti in cui Guglielmo e suo papà illustravano, in modo semplice e diretto, come usare le risorse del web: i blog, facebook, etc. L'idea (scaturita da un bel progetto di The Talking Village) era senz'altro valida, perchè affrontava in modo semplice e diretto un tema che desta scetticismo e preoccupazione ai genitori: internet. Guglielmo e Edoardo, suo papà, spiegavano le reali insidie, ma anche i grandi plus per lo sviluppo e l'apprendimento dei ragazzi.

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.